logo
Top

Maserati GranCabrio MC [Prova]: alla scoperta di Piemonte e Langhe | L’ITALIA S’È DESTA – EPISODIO 1

Parte dal Piemonte la nostra nuova rubrica “L’ITALIA S’È DESTA”, web-series che ci porterà alla scoperta dell’Italia intera a bordo di vetture da sogno rigorosamente italiane. Si parte dalle Langhe, patrimonio UNESCO, con Maserati GranCabrio MC!

 

IL PROGETTO: 20 REGIONI, 20 PUNTATE, TANTE VETTURE!

Prende il via, con la prova della Maserati GranCabrio MC, la nostra nuova rubrica “L’ITALIA S’È DESTA”, web-series che ci porterà alla scoperta dell’Italia intera, delle sue meraviglie, delle sue eccellenze. Dei luoghi più conosciuti, ma anche di quelli più nascosti. 20 puntate, una per ogni Regione. Ognuna di queste vedrà protagonisti non solo territori diversi, ma anche veicoli nuovi – ovviamente italiani – per ogni capitolo. E il vol.1 parte da una terra a noi di Motori Di Lusso cara, ovvero quella che ci ha dato i natali: il Piemonte. E nella fattispecie abbiamo deciso di muoverci, principalmente, attraverso uno dei territori più belli e rinomati di questa incantevole Regione, ovvero le Langhe, patrimonio UNESCO di fama internazionale e che il Mondo ci invidia. Andiamo quindi alla scoperta di questa meraviglia naturale, che porta con sé anche grandi sorprese culturali ed enogastronomiche, con una delle vetture più emblematiche della tradizione automobilistica italiana, ovvero la cabrio sportiva del Tridente con motore anteriore V8. Il tutto in attesa di conoscere quanto di incredibile l’Italia ha da offrirci (anche in termini di eccellenze e realtà artigianali) nel corso delle prossime puntate. Allacciate le cinture e venite in viaggio con noi!

IL CONTESTO: VOL.1. IL PIEMONTE E LE LANGHE

Come dicevamo, al centro di questa puntata, vi sono il Piemonte e le Langhe. Trattandosi di aree geografiche molto vaste, abbiamo deciso di concentrare l’attenzione su una serie di location rinomate e suggestive attraverso le quali muoverci per scoprire la quintessenza del territorio langarolo e piemontese. Il nostro viaggio lungo questi incantevoli scenari comincia da Barbaresco, uno dei comuni più noti di questa zona (e che dà nome all’omonimo e famosissimo vino). Noto per simboli architettonici come la torre, la meridiana posta nella piazza centrale e l’Enoteca Regionale del Barbaresco (collocata all’interno della Chiesa di San Donato), questo Comune non può non rientrare tra le vostre mete se vi trovate a passare da qui. Mettiamo a questo punto le ruote di Maserati GranCabrio MC in prova in direzione di Barolo, altra location rinomata per il vino (da cui a sua volta ne prende il nome), al punto da pianificare una sosta in una delle cantine più rinomate e caratteristiche che si possono trovare in queste vicinanze, ovvero il Podere Rocche dei Manzoni, situato a Monforte d’Alba. Un vero e proprio tempio del Barolo.

 

Incantevole per i suoi scenari, Barolo – che si erige su uno spettacolare altopiano – si caratterizza per la presenza di numerose meraviglie alto-medievali. Ricco di scorci che lasciano senza fiato, questo Comune si apre ai suoi visitatori con una serie di attrattive architettoniche e culturali che attirano a sé gente da ogni luogo. E se, come noi, vi trovate a girare in auto, non mancano anche curve e contropendenze immerse in una natura sconfinata lungo le quali potersi divertire! E già che state guidando tra i toboga delle Langhe, impossibile dimenticarsi anche di Neive, uno dei borghi più belli d’Italia; di Alba, famosa per la Ferrero, per il dolcetto e per il tartufo bianco e di Grinzane Cavour, una location magica e che ha recitato un ruolo fondamentale nella nascita del Barolo. Ma parlando di Piemonte è impossibile non menzionare anche Torino, con la Mole Antonelliana e la Basilica di Superga, così come le montagne e i laghi (il Maggiore e d’Orta solo a titolo d’esempio). Insomma: ci sarebbe da perdersi in questa Regione che il Lonely Planet definì – meritatamente – come “la più bella del Mondo”!

 

LA VETTURA: MASERATI GRANCABRIO MC. 460 CV ASPIRATI E LINEE IMMORTALI

E quale modo migliore di vivere un contesto così affascinante, ricco di bellezza e di storia se non con una supercar italiana? E con un bel sole, come quello che ha caratterizzato il nostro viaggio, perché non concedersi anche l’emozione del vento tra i capelli col tetto aperto e il sound dirompente del Tridente tra le orecchie? Motivo per il quale, per andare a conoscere tutta la magnificenza di questa Regione, abbiamo optato per una vettura assolutamente simbolicamente significativa nella tradizione delle automobili sportive italiane: la Maserati GranCabrio MC. Senza tempo, per via delle sue linee immortali, la roadster sportiva del Tridente affascina e seduce ancora oggi nonostante diversi anni di presenza sul mercato. Il frontale è estremamente mascolino grazie ad una calandra muscolosa, mentre tutta la vettura unisce l’eleganza e la sportività in grande equilibrio stilistico. L’interno (soprattutto nella versione provata da noi) richiama da vicino il mondo della nautica (sembra quasi più di stare a bordo di un motoscafo Riva che di una supercar) e colpisce per classe ed eleganza. Solo alcuni dettagli meriterebbero un restyling per conferire maggior senso di modernità. Ma il vero cuore di questa vettura è celato al di sotto del possente cofano: si tratta del V8 aspirato di origine Ferrari. 4.691 cc di forza bruta, per 460 CV di potenza e 520 Nm di coppia. Lo 0-100? In 4.9 secondi. Mentre la velocità massima è di 291 km/h.

GUIDA IN PILLOLE: IL V8 È UN TRIONFO D’EMOZIONE

Accomodante e quasi gentile in modalità “Normal”, Maserati GranCabrio MC diventa feroce e aggressiva in modalità “Sport”. L’erogazione è brusca e il motore allunga con veemenza. Il tutto accompagnato da una colonna sonora da brivido a esaltare un’esperienza di guida da cardiopalma. È sicuramente l’allungo dell’8 cilindri a V italiano il protagonista assoluto di questa vettura. Pieno di carisma, è un trionfo di potenza e di sostanza. La sua voce è roca, cupa, profonda. Ti pervade fino alle ossa per entrare in risonanza con la tua anima. Una cosa d’altri tempi. Un (meraviglioso) schiaffo in faccia al downsizing e all’elettrificato che ti fa venire voglia di fermare Mondo e progresso per tornare indietro nel passato. Chi ama i motori, non può non adorare questa Maserati. E mentre la capote in tela scorre all’ingiù per permetterci di godere appieno del Sole in faccia e del vento tra i capelli, l’assetto rigido della sportiva en-plein-air modenese ci fa danzare tra curve e tornanti che caratterizzano il territorio langarolo. Solo nei tratti più lenti l’avantreno si dimostra un pochettino pesante rispetto a una vettura di concezione più moderna, ma è sul veloce che Maserati GranCabrio MC trova il riscatto, dimostrandosi ancora estremamente entusiasmante e veloce. Se siete alla ricerca di una evergreen con cui togliervi grandi soddisfazioni e con cui non passare certamente inosservati, oltre che con la quale vivere l’emozione supercar all’aria aperta, GranCabrio MC è indubbiamente la vettura che fa per voi.

CONCLUSIONI: L’INIZIO DI UN LUNGO PERCORSO

Colori, sapori, tradizioni. L’Italia è tutto questo, ma anche molto di più. È eccellenza, è passione, è bellezza. Una bellezza che abbiamo preferito, in questa rubrica, raccontarvi con i video e con le immagini anziché con le parole che danno spazio a immaginazione. Ma questo, come anticipavamo, è l’inizio di un lungo percorso che verrà suddiviso in puntate, in stagioni. Come un’appassionante serie televisiva insomma, scopriremo quanto di bello ha da offrire il nostro meraviglioso Paese. Restate sintonizzati su queste (virtuali) pagine insomma, perché da qui in avanti di meraviglie ve ne mostreremo parecchie. Questo è stato il turno di Piemonte, Langhe e Maserati GranCabrio MC. Ma molto altro c’è ancora da vedere e da provare! E nei prossimi mesi avremo il piacere e l’onore di mostrarvelo. Ci vediamo lungo la nostra bella Italia. Sarà stupendo viaggiare con voi!

SI RINGRAZIANO: MASERATI; I GO TRAVEL; CELEBREMAGAZINE; PODERE ROCCHE DEI MANZONI; CAMPAMAC; LOCANDA IN CANNUBI; LUCA GAGLIARDI

Traduci