Hypnosquid: ecco i primi disegni del superyacht firmato Roberto Curtó

Sono stati rilasciati i primi disegni dell’Hypnosquid, superyacht da 63,2 metri che porta la firma del designer italiano Roberto Curtó

Hypnosquid: ecco i primi disegni del superyacht firmato Roberto Curtó
Hypnosquid: ecco i primi disegni del superyacht firmato Roberto Curtó
Hypnosquid: ecco i primi disegni del superyacht firmato Roberto Curtó
 
Share Button
 

Il designer italiano Roberto Curtó ha recentemente divulgato i primi bozzetti dell’Hypnosquid, superyacht da 63,2 metri sviluppato in collaborazione con SuperYachtsMonaco e che trova la sua fonte d’ispirazione nelle grandi seppie marine.

hypnosquid-roberto-curtò

Ispirato dalle creature degli abissi, l’Hypnosquid firmato da Roberto Curtò presenta uno stile anticonvenzionale atto a richiamare proprio le stesse

STILE & CARATTERISTICHE

Caratterizzato da uno stile anticonvenzionale, l’Hypnosquid firmato da Roberto Curtó si propone di evocare l’eleganza e la velocità della suddetta creatura marina (secondo quanto spiegato dal suo designer) e presenta uno scafo interamente in alluminio caratterizzato da finestrature a LED dai colori vivaci e con forme atte a ricordare gli occhi delle seppie.

In grado di accogliere a bordo fino a 10 ospiti negli alloggi disposti lungo il ponte inferiore (l’armatore ha invece a disposizione una suite armatoriale disposta su due piani e dotata di lobby a tutto baglio con giardino e lucernario), l’Hypnosquid firmato da Roberto Curtó dispone di due ponti principali, di una sala privata (situata lungo il piano inferiore), di un’area welness, di un centro massaggi, di una palestra, di una sala cinema e ovviamente di una timoneria. A quanto elencato si aggiunge inoltre una grande piscina termale (al cui fianco si stagliano i lettini prendisole a prua) disposta lungo il ponte superiore.

hypnosquid-roberto-curtò

L’ambiente interno mette a disposizione dei 10 occupanti tantissimo spazio e molta luce naturale, che viene condotta verso aree ben strutturate

MOTORI

Lungo il ponte inferiore trovano spazio anche gli alloggi per i 12 membri dell’equipaggio. Pensato prevalentemente per le crociere mediterranee e caraibiche, l’Hypnosquid dovrebbe essere mosso da quattro propulsori 16V 2000 M96L capaci di 3.000 miglia nautiche di autonomia e di 30 nodi di velocità massima.

Foto: RC Design

 
Hypnosquid: ecco i primi disegni del superyacht firmato Roberto Curtó